oppure iscriviti
Quale drone scegliere per iniziare?
Pubblicato da Marco Bisi in data 30-01-2018
Andrò sicuramente controcorrente rispetto a quello che pare essere un pensiero comune che recita... "per iniziare, meglio scegliere un drone di ultima generazione che abbia tutte le tecnologie di volo assistito".
Dal mio punto di vista, questo non è completamente corretto ed i motivi sono tanti.
Ovviamente mi riferisco principalmente a chi intende diventare (o lo è già) pilota SAPR e decide di investire per lavoro in questo settore, anche se, a ben vedere, interessa anche la grande massa di appassionati aeromodellisti che si avvicinano ai multicotteri.
Chi di noi ha superato l'esame per diventare pilota APR, probabilmente ha effettuato le prove pratiche e lo skill test finale utilizzando un drone senza l'ausilio di GPS e quindi a comando totalmente manuale.
Il perchè è presto detto: i droni moderni sono oggetti altamente tecnologici e sempre più sicuri ma questo non mette nessuno al riparo da eventuali inconvenienti.
Iniziare con un mezzo che permetta pianificazioni di volo automatici (waypoint), comandi gesture sempre più evoluti (il nuovo Mavic Air su questo aspetto pare essere un passo avanti sulla concorrenza), follow me, around me, around point ecc..., non consente di prendere dimestichezza con i comandi in caso di problemi.
Su internet ci sono migliaia di esempi di perdita di controllo ed in quasi tutti le conseguenze sono state disastrose. In molti di questi casi, aver fatto pratica manuale (anche senza GPS), avrebbe permesso ai piloti di gestire in automatico l'evento e limitarne i danni.
Saper reagire se, ad esempio, il drone perde il segnale GPS oppure subisce un'interferenza, ha un valore enorme sia dal punto di vista della sicurezza che da quello monetario. Aquistare un drone spendendo più di 1000 euro presso un qualsiasi centro commerciale e, dopo il primo volo automatico, credere di avere tutto sotto controllo è pura utopia.
Provate a disattivare il GPS e vi renderete conto di quello che sto dicendo. Vi troverete con un mezzo che dovrete continuamente correggere per fargli mantenere quota e stazionamento con l'indubbio vantaggio che, piano piano, acqusirete una serie di automatismi ed una precione tali da potervi mettere al riparo molto spesso da situazioni impreviste.
Un altro motivo per sviluppare una certa pratica con i comandi manuali senza ausilio GPS è puramente pratico. Quando, ad esempio, dovrete effettuare carrellate laterali (volo a 90° rispetto all'angolo di ripresa), l'uso del GPS vi obbligherà a mantenere la leva del pitch in posizione laterale per permettere al drone il movimento. Tale movimento subirà lievi variazioni per via del fatto che, per quanto bravi, sarà molto complicato mantenere l'esatta posizione dello stick con la conseguenza che la carrellata risulterà meno fluida. Se, al contrario, disattiverete il GPS, nel momento in cui darete il comando pitch al drone, potrete riportare il comando al centro perchè il mezzo proseguirà nel suo movimento per inerzia con moto regolare, permettendovi di dedicarvi interamente all'aspetto della ripresa video. Al termine della manovra, basterà compensare il movimento andando a fermare il drone in volo stazionario.
Il consiglio è quindi quello di prendere in considerazione come primo acquisto, un drone meno evoluto e meno costoso. Farete pratica molto velocemente con una spesa minore e, di sicuro, il vostrò primo "amico" resterà con voi anche dopo un successivo acquisto più importante. Il primo drone non si scorda mai...
Un grazie a... Marco Bisi

Galleria Fotografica

1Quale drone scegliere per iniziare? - Andrò sicuramente controcorrente rispetto a quello che pare essere un pensiero comune che recita... "per iniziare, meglio scegliere un drone di ultima generazione che abbia tutte le tecnologie di volo assistito". Dal mio punto di vista, questo non è...
2Il futuro dei Droni arriva dal passato - A Las Vegas si è appena concluso il CES 2018, vero punto di riferimento mondiale del settore. Tante le novità delle maggiori case (Dji e Yuneec in testa) e tante le Aziende emergenti che hanno presentato prodotti innovativi che però... Ecco, il punt...
3Avessi avuto un Drone negli anni '90... - ...probabilmente oggi sarei miliardario. Ieri sera ho guardato, con un po' di nostalgia, la prima puntata della trasmissione di Savino dedicata agli anni 90 su Italia 1 e mi sono venute in mente alcune considerazioni che credo siano valide anche oggi...
Nome: Dron&motions
Descrizione: Dron&motions nasce dall'idea di raggruppare operatori SAPR professionisti per poter offrire servizi specializzati in tutta Italia.
Con la convinzione che "l'unione fa la forza" ritengo importante, in questa fase di forte sviluppo del settore, la possibilità di offrire al mercato una consulenza ad hoc per ogni esigenza. Il "faccio tutto io" non è nelle mie corde e per questo motivo credo sia importante creare un ambiente di lavoro dove sia possibile una collaborazione tra professionisti specializzati ognuno nei propri campi.

Riferimento ENAC: 5920
60
Operazioni:
Non Critiche
Categoria:
<4Kg