oppure iscriviti
Il futuro dei Droni arriva dal passato
Pubblicato da Marco Bisi in data 23-01-2018
A Las Vegas si è appena concluso il CES 2018, vero punto di riferimento mondiale del settore. Tante le novità delle maggiori case (Dji e Yuneec in testa) e tante le Aziende emergenti che hanno presentato prodotti innovativi che però...
Ecco, il punto è proprio questo; gira e rigira, si tratta sempre di prodotti analoghi a quelli attuali, con upgrade che riguardano i sistemi di ripresa video e/o il miglioramento della stabilità e gestione di volo. Nulla di più.
Nessuna nuova idea che possa essere un vero passo in avanti del settore.
Molte case produttrici si stanno gettando mani e piedi nel mercato dei cosidetti "trecentini" come ha fatto ad esempio Walkera con il nuovissimo PERI che sarà un diretto concorrente dello Spark di Dji. Il motivo di questa scelta è presto detto: cercare di fornire agli operatori, mezzi che possano lavorare senza problemi in ambienti critici quali, ad esempio, le aree urbane ma che non risolvono il problema dei voli sopra assembramenti di persone a meno che non venga utilizzato un cavo di vincolo da far sempre comunque autorizzare, nel nostro caso, da ENAC.
E se il futuro invece venisse dal passato? Qualche giorno fa ho contattato per avere informazioni Aerotain, una giovane azienda svizzera che nel 2016 ha realizzato un drone aerostatico (in pratica un dirigibile) per riprese in interni ed esterni in massima sicurezza, senza cavi di vincolo e capace di rimanere in volo per oltre 2 ore trasmettendo il segnale video in diretta con risoluzione fino a 4K.
La FAA americana ha autorizzato l'uso di Skye (quello è il suo nome) per sorvoli su assembramenti di persone come ad esempio in occasione di concerti o eventi culturali e sportivi, riconoscendone l'assoluta inoffensività anche in caso di perdita di controllo.
Una vera innovazione che proviene dagli albori del settore aereo.
Un pallone riempito di leggerissimo elio che si libra silenziosamente grazie a un piccolo quadricottero integrato. Maneggevole come un drone, ma allo stesso tempo a risparmio energetico come un dirigibile.
Progettato per poter interagire in modo sicuro con il pubblico, che lo può anche toccare senza alcun rischio, rappresenta una vera e propria novità in un settore che, a mio avviso, non ha saputo in questi ultimi anni produrre nulla di veramente innovativo.
Un grazie a... Marco Bisi

Galleria Fotografica

Riferimento ENAC: 5920
60
Operazioni:
Non Critiche
Categoria:
<4Kg

1Quale drone scegliere per iniziare? - Andrò sicuramente controcorrente rispetto a quello che pare essere un pensiero comune che recita... "per iniziare, meglio scegliere un drone di ultima generazione che abbia tutte le tecnologie di volo assistito". Dal mio punto di vista, questo non è...
2Il futuro dei Droni arriva dal passato - A Las Vegas si è appena concluso il CES 2018, vero punto di riferimento mondiale del settore. Tante le novità delle maggiori case (Dji e Yuneec in testa) e tante le Aziende emergenti che hanno presentato prodotti innovativi che però... Ecco, il punt...
3Avessi avuto un Drone negli anni '90... - ...probabilmente oggi sarei miliardario. Ieri sera ho guardato, con un po' di nostalgia, la prima puntata della trasmissione di Savino dedicata agli anni 90 su Italia 1 e mi sono venute in mente alcune considerazioni che credo siano valide anche oggi...
Nome: Dron&motions
Descrizione: Dron&motions nasce dall'idea di raggruppare operatori SAPR professionisti per poter offrire servizi specializzati in tutta Italia.
Con la convinzione che "l'unione fa la forza" ritengo importante, in questa fase di forte sviluppo del settore, la possibilità di offrire al mercato una consulenza ad hoc per ogni esigenza. Il "faccio tutto io" non è nelle mie corde e per questo motivo credo sia importante creare un ambiente di lavoro dove sia possibile una collaborazione tra professionisti specializzati ognuno nei propri campi.