oppure iscriviti

Foro Droniano

Utilizzo Droni all'estero
Argomento nella Categoria 'Normativa' originato da Marco Bisi - 02/01/2018 10:44 am.
Marco Bisi
Marco Bisi
Le regole per operari in Italia con i nostri droni (SAPR) le conosciamo tutti, anche se spesso bisogna ingegnarsi un po' per interpretarle ed evitare problemi.
All'estero invece? come comportarsi? cosa è ammesso e cosa no?
Collaboriamo tutti per creare una banca dati di divieti, permessi e modalità per richiedere l'eventuale autorizzazione al volo presso Ambasciate e Consolati, senza dimenticare il problema che ultimamente coinvolge la presenza di batterie Lipo a bordo di aerei commerciali (compagnie aeree americane in primis...)
Risposta a Utilizzo Droni all'estero da Marco Bisi - 08/01/2018 11:22 am
#3
Marco Bisi
Marco Bisi
INDICAZIONI PER REPUBBLICA DOMENICANA

L'equivalente ENAC della Rep. Domenicana si chiama IDAC (www.idac.gob.do) e nel 2015 ha emesso una Resolucion n. 008-2015 che regolamenta l'uso e le operazioni con droni sul territorio nazionale.
In sostanza, quasta risoluzione ha istituito la categoria droni sotto i 2 kg che sono facilitati e possono essere utilizzati da chiunque senza patentino, sia per lavoro che per hobby. Ovviamente vanno sempre rispettate alcune condizioni:
- voli a vista (VLOS) esclusivamente di giorno
- max 455 mt di distanza e 120 mt di altezza
- velocità max 55 km/h
- volo ad almeno 9 km dagli aeroporti
- interdetto in ATZ e CTR ed in generale solo negli spazi aerei classificati come G
- interdetto nelle zone sensibili (militari, governativi etc...)
Inoltre, si parla di droni costruiti con materiali flessibili che all'impatto con qualche oggetto tendano a rompersi (la norma non è però chiara). L'IDAC, su questo aspetto, non richiede infatti alcuna documentazione (certificazione e/o registrazione per il drone).
Se non si rientra in questa categoria, va richiesta una autorizzazione e la registrazione a IDAC come operatore droni.
La Resolution 008-2015 è scaricabile all'indirizzo www.idac.gob.do/descargas/4318
NOTA: tenete sempre presente che in questi Paesi, è spesso consigliabile tenersi tra i documenti un po' di denaro in caso di controlli da parte della polizia locale...

Per quanto riguarda le compagnie aeree che operano su questo Paese, consiglio Air Europa come vettore aereo, in quanto si tratta di un vettore con regole per le batterie a bordo meno restringente rispetto ad altre (e comunque, prima di prenotare, chiamate sempre la compagnia aerea).
La scheda per il trasporto delle batterie la trovate all'indirizzo www.aireuropa.com/airstatic/co ntents/Baterias_litio_ES.pdf

Spero di essere stato utile.
Risposta a Utilizzo Droni all'estero da Marco Bisi - 08/01/2018 10:57 am
#2
Marco Bisi
Marco Bisi
Si infatti è proprio così. Oltre ad essere un pilota drone, sono anche un agente di viaggio e quindi conosco bene le complicate dinamiche delle compagnie aeree, non solo in merito alle batterie (magari fosse solo quello...). Ti faccio un esempio: quelche mese fa, per conto di una cliente, sono andato a Buenos Aires a recuperare un cane maltrattato da portare in Italia. Trattandosi di un "cucciolo" enorme, ho perso 1 mese per trovare la compagnia aerea che permettesse l'imbarco in stiva del trasportino XXL necessario. Alla fine ci sono riuscito ma ho dovuto contattare diverse compagnie prima di trovare la combinazione giusta.
Adesso dovrei probabilmente recarmi in Repubblica Domenicana per un servizio con drone. Di seguito, posto le informazioni su questo Paese e sulle disposizioni di Air Europa per il trasporto batterie.
Risposta a Utilizzo Droni all'estero da Roberto Campana - 05/01/2018 12:50 pm
#1
Roberto Campana
Roberto Campana
Ottima idea Marco. Per le regole in particolare in altri paesi al momento non saprei ma per quanto riguarda le batterie LIPO ho saputo che bisogna stare MOLTO, ma molto attenti con qualunque linea aerea in realt√† (non solo quelle americane). Un tipo una volta mi ha detto che ha dovuto lasciare tutte le batterie perch√® non gliele facevano passare!! Non ricordo che compagnia aerea fosse ma comunque consiglierei a tutti coloro che volessero viaggiare in aereo di contattare la loro compagnia aerea prima del viaggio! Caso mai, nel dubbio e si tratta di viaggi in Italia ed √® fattibile... il treno potrebbe essere la scelta giusta! Anche perch√® le regole in questo mondo dei droni cambiano giornalmente e non si capisce mai niente... ma sopratutto meglio evitare di buttare 500‚ā¨ di batterie e lasciarle in aeroporto (oltre al fatto, che una volta a destinazione, con il drone, potrete fare ben poco senza batterie!). PS. Anche con Alitalia: contattateli prima! meglio andare sul sicuro che avere brutte soprese sin dall'inizio del viaggio. Buon volo a tutti!
INSERISCI la tua Risposta
Nome *
Email * (sarà nascosta ai visitatori)
Il tuo Avatar Limite 500Kb
 *
* - Campo Obbligatorio